Renato Miani, friulano (1965), si è diplomato in composizione con Daniele Zanettovich al Conservatorio di Udine. Successivamente ha frequentato corsi di perfezionamento con Fabio Nieder a Trieste e con Wolfgang Rihm al Mozarteum di Salisburgo. Ha ottenuto vari riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali: 2° premio al Concorso Internazionale di Musica Sacra di Friburgo, Svizzera 1° premio al Concorso Internazionale di Composizione per Coro di Tolosa, Spagna; 1° premio al Concorso Internazionale “V. Bucchi” di Roma; 1° premio al Concorso Internazionale “F. Schubert” di Vienna; 1° premio al Concorso Internazionale “Wiener Sommer-Seminar für neue Musik” di Vienna; 3° premio (1° e 2° non assegnati) al Concorso Nazionale “F. Margola” di Orzinuovi; 1° premio al Concorso Nazionale “R. Toscano” di Pescara e 2° premio al Guido d’Arezzo (1° non assegnato).

Selezionato per il Gaudeamus Prize, è stato inoltre segnalato ai Concorsi: “M. Zafred” di Roma (premio unico non assegnato), al concorso di Composizione per Clarinetto di Perugia ed al “Vienna Modern Masters”.

Sue opere sono state eseguite in diverse manifestazioni in Italia ed all’Estero, fra le quali: Festival “Franz Schubert” (al Musikverein di Vienna), Stagione concertistica del Wiener Konzerthaus, Concerti della Technischen Universität di Vienna, “Gaudeamus Music-Week” di Amsterdam, Encuentro de musica contemporanea di Camaguey, Festival di Musica Sacra di Friburgo, “Akzente” al Konzerthaus di Klagenfurt; “Expan”- Werkstatt für neue Musik di Spittal, International Rewiew of Composers di Belgrado, Schumannsplitter al Mozarteum di Salisburgo, “Nuove Musiche d’Europa e Cina” e Festival  Ex Novo Ensemble al Teatro La Fenice di Venezia e alla Scuola Grande di San Rocco; Biennale Arte di Venezia; Amici della Musica di Mestre; “ContempoPratoFestival”, “Procembalo” – Festival Inyternazionale di Cembalo contemporaneo, Festival di Musica Contemporanea Area-Sismica di Forlì, Festivalpercussioni di Campobasso, PordenoneLegge; “Avostanis”, Vicino-Lontano – Premio Terzani, Festival “Contemporanea”, Stagione del Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”, Stagione degli Amici della Musica di Udine; Concorso internazionale “C.A. Seghizzi” e “Premio Amidei” di Gorizia, Teatro Miela di Trieste; Mittelfest di Cividale del Fruli, Stagione “Fabula Mirifica” di Spoleto, Anzio Festival, Festival Musicanovecento di Perugia; I e II Settimana Internazionale di Cultura di Tarcento…

Ha collaborato con prestigiose formazioni, quali: il Quartetto della Fenice, I Virtuosi della Fenice, Ex-Novo Ensemble, ContempoArtEnsemble, Mikrokosmos, Ensemble Kreativ, Musik-Fabrik Süd, Coro e Orchestra da Camera di Stoccolma, Mitteleuropa Orchestra, Orchestra della Società Filarmonia, Orpheus Kammerorchester Wien, Konzertvereinigung in Wiener Konzerthaus, Schnittpunktvokal, Coro del Friuli Venezia Giulia, Coro della Radio Olandese, Corus Viennensis… ed interpreti, come: Matteo Andri, Alfredo Barchi, Romina Basso, Domenico Balzani, Elena Biscuola, Duccio e Vittorio Ceccanti, Luisa Cottifogli, Eddi De Nadai, Tiziano Duca, Eric Ericson, Christoph Hofer, Nicholas Isherwood, Sonja Leipold, Elsa Martin, Giuliano Medeossi, Nadia Petrova, Gabriele Ribis, Waltraud Russegger, Branko Robinsak, Luisa Sello, Marco Somadossi, Massimo Somenzi, Bruno Strobl, Sebastiano Zorza…

Ha rivolto particolare attenzione al rapporto musica-testo, con:

  • l’opera lirica “Menocchio”, su libretto di Francesca Tuscano e con la regia di Ivan Stefanutti;
  • melologhi: “Omaggio ad Amedeo Giacomini”, “Selvaggio cresce il fiore della mia ira” (da Thomas Bernhard), “Voci” (da Luciano Morandini), “Presunto Inverno” (da Amedeo Giacomini) e “Correre sul Filo” (di Beatrice Bonato, su testi di Nietsche e P. Sloterdijk) con la regia di Stefano Rizzardi; “Diario di lavoro” (su testi di Luigi di Ruscio, Pier Paolo Pasolini, Georg Büchner, Pierluigi Cappello e Bertold Brecht); ed ha partecipato inoltre agli spettacoli di Giuseppe Tirelli “Oltre la notte”,  “A forza di essere vento” con la regia di Claudio de Maglio e “Turoldo Vivo”, con la regia di Giuliano Bonanni; e Dì’Speranza, di Giuseppe e Alberto Bevilacqua. Con la collaborazione di  attori quali Maria Ariis, Maria Grazia Massari, Stefano Rizzardi, Massimo Somaglino, Aida Talliente…
  • Lieder, liriche, canzoni e brani corali, su testi tratti dalle Sacre Scritture e da Goethe, Gryphius, Hölderlin, Rilke, Trakl, Cappello, Pasolini, Turchini, Turoldo, Leopardi, Shakespeare …

Sue composizioni sono state trasmesse dalla RAI e da varie emittenti nazionali ed internazionali (Austria, Israele, Olanda, Svezia…), e pubblicate da: Carus, Casa Musicale Sonzogno, Pizzicato, Sconfinarte, Taukay, Wicky…

E’ docente di Composizione al Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine ed ha insegnato presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Udine, sede di Gorizia.

Nel 2006 e 2010 è stato docente ospite al Mozarteum di Salisburgo.